palais du quirinal

Corte del Palazzo del Quirinale

Situato in cima alla collina, nell’omonima piazza, il Palazzo del Quirinale è la residenza ufficiale del Presidente della Repubblica Italiana e uno dei simboli dello stato italiano.
In origine residenza papale, è oggi uno degli edifici più importanti della capitale dal punto di vista artistico e politico.
Iniziata nel 1583, la sua costruzione e decorazione furono eseguite da grandi maestri italiani come Pietro da Cortona, Domenico Fontana, Ferdinando Fuga, Carlo Maderno, Giovanni Paolo Pannini e Guido Reni. Il palazzo ospita anche un grande frammento di un affresco di Melozzo da Forlì.
Fu papa Gregorio XIII che ebbe l’iniziativa della sua costruzione. Fu una residenza secondaria per trenta papi, fino a Pio IX, quando nel 1870, durante la riunificazione d’Italia, divenne il palazzo reale di Savoia.
Durante la proclamazione della Repubblica, il palazzo divenne il 1 ° gennaio 1948 la residenza ufficiale del Presidente della Repubblica Italiana.
Con una superficie di 110.500 m², è uno dei più grandi palazzi d’Europa.
L’attuale residente del Quirinale è Sergio Mattarella, presidente della Repubblica italiana dal 3 febbraio 2015.

Storia

La storia del Palazzo del Quirinale iniziò nel XVI secolo quando il cardinale Ippolito d’Este costruì una villa nel mezzo di un vigneto.
Nel 1583, papa Gregorio XIII affidò i lavori all’architetto Ottaviano Nonni (Il Mascherino), per costruire qui una residenza papale estiva, perché il Vaticano era paludoso e il laterano insalubre. Un primo edificio fu completato nel 1585, l’anno della morte del Papa.
Il Mascherino innalzò il palazzo in fondo all’attuale cortile, chiamato palazzo gregoriano con la torretta e l’attuale piccolo campanile di Martino Longhi il giovane. Completò l’edificio con due lunghe ali che raggiungevano la Villa d’Este.
Resta del primo edificio la facciata a doppia loggia e cinque arcate, sormontata dalla torre, visibile dal cortile principale.
Sisto V, che acquistò la terra dalla famiglia Carafa nel 1587, affidò i lavori di ampliamento a Domenico Fontana. Sotto Paolo V, Flaminio Ponzio costruì l’ala sul lato giardino, la Sala del Concistoro (ora Salone delle feste) e la Cappella dell’Annunziata, decorata tra il 1609 e il 1612 da Guido Reni con la collaborazione di Giovanni Lanfranco, Antonio Carracci, Tommaso Campana e Francesco Albani.
Alla morte di Ponzio nel 1613, i lavori furono proseguiti da Carlo Maderno, con l’ala sulla via del Quirinale, la cappella Paolina, gli appartamenti papali, i giardini e la Sala Regia (Sala dei Corazzieri). Quest’ultima è adornata da un fregio dipinto da Agostino Tassi, sulla parete sud. Molti artisti sono intervenuti per decorare le altre pareti.
Sotto papa Alessandro VII, Gian Lorenzo Bernini progettò l’edificio della Manica Lunga (lato sud del complesso) e ne realizzò une parte dal 1657 al 1659.
Alessandro Specchi continuò i lavori del 1722 e del 1724 per papa Innocenzo XIII. Ferdinando Fuga li finì tra il 1730 e il 1732, per Clemente XII. Ristrutturò anche il padiglione del Conte di Cantalmaggio, che divenne la Palazzina del Fuga.

Dal XVII secolo, i Papi vivevano permanentemente in questo palazzo, ad eccezione di alcuni periodi.
Molte pagine della storia sono state voltate lì. Pertanto, Napoleone posizionò i cannoni davanti al portale per intimidire Pio VII e infine espellerlo. Rinominò il Quirinale come “Palazzo Imperiale” e ordinò il lavoro di ampliamento all’architetto Raffaele Stern.

Dopo il 1870, il Palazzo del Quirinale divenne la residenza della famiglia reale Savoia. Le camere sono state ristrutturate. Dal 1947, il palazzo è diventato la residenza del Presidente della Repubblica.

Descrizone

palazzo del quirinale

Facciata del palazzo

La facciata sulla piazza ha un grande portale fiancheggiato da due colonne sopra le quali sono le statue dei Santi Pietro e Paolo (opera di Stefano Maderno e Guglielmo Berthélot). Sul portale, una targa porta il nome di Paolo V. È dominata da una grande finestra, sopra la quale un rilievo rappresenta la Madonna col Bambino.
Due ordini architettonici compongono le finestre della facciata.

La scala principale è dominata da un affresco del XV secolo di Melozzo da Forlì, un Cristo in gloria, che originariamente sorgeva nell’abside della Basilica dei SS. Apostoli a Roma.

L’interno conserva molte opere d’arte: il mosaico della Vergine di Conti e Maratta, la scala d’onore con Cristo in gloria di Melozzo da Forlì, i dipinti di Guido Reni (la Madonna del Cucito, l’Assunzione e Annunciazione), di Ciro Ferri, Carlo Maratta e Carlo Maderno.

 

Cartina ed indirizzo

Indirizzo : Piazza del Quirinale, 00187 Roma RM, Italie


Visita del palazzo

Chiuso durante le festività natalizie (dal 23 dicembre al 6 gennaio 2020), per la festa della Repubblica (2 giugno) e durante il mese di agosto.

Orari d’apertura
Le visite sono guidate da volontari autorizzati
Martedì, Mercoledì, Venerdì, Sabato, Domenica: dalle 9:30 alle 16:00
Ultimo ingresso per il percorso 1 (artistico e istituzionale): 14:30
Ultimo ingresso per il percorso 2 (artistico, istituzionale e tematico): 13:30
Chiuso lunedì e giovedì

Prenotazione obbligatoria, almeno 5 giorni prima della visita: online, call center, tel. 06 39.96.75.57
Massimo di 30 persone per visita.
I biglietti invenduti possono essere acquistati fino a un’ora prima della visita all’ INFOPOINT
I visitatori devono arrivare 30 minuti prima dell’orario della visita, con un documento di identità valido.

Percorsi e tariffe

  • Percorso 1: visita al Piano Nobile e al piano terra, circa 1 ora 20 min
    Gratuito, tranne la prenotazione obbligatoria di € 1,50
  • Percorso 2: percorso 1, più visita della porcellana, giardini e carrozze, circa 2 ore 30 min
    € 10, prenotazione inclusa. € 5 per i 18-25 anni, oltre i 65 anni. Gratuito per i minori di 18 anni, alcuni studenti.

Vedi tutte le condizioni sul sito ufficiale

Informazioni

  • Call center, tel. [0039] 06 39967557 (Dal lunedì al venerdì, dalle 9:00 alle 13:00 e dalle 14:00 alle 17:00, sabato dalle 9:00 alle 14:00)
  • INFOPOINT – Salita di Montecavallo 15A. Giorni di apertura del palazzo, dalle 9 alle 17.
  •  

Informazioni

Palazzo del Quirinale
Piazza del Quirinale

Fonti e collegamenti

Palazzo del Quirinale nel arte

17 opere di Palazzo del Quirinale sono state trovate nella database. Per vederle tutte aprire questo collegamento.
Clica per vedere oltre dipinti e artisti su Palais du Quirinal in Roma

Galleria

piazza del quirinal palais du quirinal à rome palais du quirinal à romepalais du quirinal à romepalais du quirinal à romepalais du quirinal à rome
palais du quirinal à romepalais du quirinal à romepalais du quirinal à romepalais du quirinal à romepalais du quirinal à romepalais du quirinal à rome palais du quirinal à rome palais du quirinal à rome
palais du quirinal à rome palais du quirinal à romepalais du quirinal à romepalais du quirinal à rome