basilica san pietro

Facciata di San-Pietro

La Basilica di San Pietro è uno degli edifici più grande del mondo, con 218 metri di lunghezza, una cupola che raggiunge 133 metri, per una superficie totale di circa 23.000 metri quadrati.
È collegata ai palazzi vaticani da un corridoio sopraelevato e con la Scala Regia.
Lungo le navate laterali, i 45 altari e le 11 cappelle ospitano molti capolavori di valore storico e artistico, tra cui diverse opere di Gian Lorenzo Bernini e altre della precedente basilica, come la statua in bronzo di San Pietro attribuito ad Arnolfo di Cambio.

Storia

Secondo la tradizione, la Basilica di San Pietro è costruita sul sito della tomba dell’apostolo Pietro che risale all’anno 60. Fu crocifisso nel circo di Nerone accanto.
Questo posto divenne sotto l’impero di Costantino l’identificazione della religione cristiana come il culto ufficiale dell’impero romano. Le fondamenta della basilica furono quindi completate ed i lavori iniziati nel 315 erano completati undici anni dopo, con l’inaugurazione della chiesa da Papa Silvestro II. Questo grande edificio aveva cinque navate ed era preceduto da un grande portico.

Dopo più di un millennio di storia, l’edificio in cui furono ospitati anche alcuni affreschi di Giotto aveva raggiunto un livello avanzato di degrado quando papa Nicola V decise di restaurarlo radicalmente. Questo lavoro fu affidato a Leon Battista Alberti e Bernardo Rossellino. Fu l’inizio di un lungo processo di lavori che durò quasi 200 anni.

Basilica San Pietro

Interno

Dopo la morte del pontefice, il papa Giulio II cambiò il piano per costruire una nuova cattedrale. Nel 1506 i lavori furono affidati a Bramante che iniziò distruggendo la basilica preesistente e che stabilì la base di quella che sarà la più grande cattedrale della cristianità. Ha progettato una grande costruzione in croce greca con una cupola rimasta incompiuta.

Il secolo successivo vide la successione della partecipazione degli artisti più famosi dell’epoca; da Raffaello Sanzio, Peruzzi e da Sangallo che scelsero intorno al 1514 per trasformare il piano dell’edificio del Bramante in una croce latina.
Dal 1547, sotto il pontefice Paolo III, oltre a decidere di riprendere un progetto originale in croce greca, Michelangelo progettò la cupola, di cui seguì personalmente la realizzazione fino alla sua morte nel 1564. Fu terminata da Giacomo della Porta nel 1590. Sotto papa Paolo V Borghese, Carlo Maderno aggiunse tre cappelle laterali, usando una pianta a croce latina, e costruì la facciata che terminò nel 1614.
Nel 1626 la basilica fu infine consacrata da Papa Urbano VIII Barberini.

Il Bernini prese il posto della riprogettazione del luogo dal 1629, in particolare costruendo il grande colonnato, tra il 1656 e il 1665.

Descrizione

nef basilique saint pierre de rome

Navata centrale

La Basilica di San Pietro è uno degli edifici più alti del mondo, con 218 metri di lunghezza, una cupola che raggiunge il picco di 133 metri, per una superficie totale di circa 23.000 metri quadrati.
È collegato ai palazzi vaticani da un corridoio sopraelevato lungo la navata destra e con la Scala Regia a destra della facciata.
Lungo le navate laterali, ci sono 45 altari e 11 cappelle che ospitano molti capolavori di valore storico e artistico, tra cui diverse opere del Bernini e altre della precedente basilica, come la statua in bronzo di San Pietro attribuito ad Arnolfo di Cambio.

L’imponente facciata progettata da Maderno, lunga di 115 metri, è preceduta da una scala a tre livelli disegnata da Bernini. È decorata con pilastri e colonne corinzie, sormontato da una soffitta dominata da tredici statue colossali (Cristo, Giovanni Battista e 11 apostoli).
Al centro, sopra l’ingresso, si trova la Loggia delle Benedizioni, da dove il Papa benedice i fedeli in certe solenni occasioni e da dove viene annunciata l’elezione di ogni nuovo pontefice.
Entrando nel grande nartece (atrio) progettato da Maderno, si può ammirare la statua equestre di Costantino di Bernini sulla sinistra.
Tra le cinque porte d’accesso, la centrale porta dal Filarete proviene dal’ antica basilica. La porta santa, che si apre durante l’anno santo, è l’ultima a destra.

L’interno, di dimensioni impressionanti, è costituito da una navata centrale e due laterali.
Sul suolo, a pochi metri dall’ingresso, la Rota Porphyretica è un disco di porfido bordeaux (che era vicino all’altare dell’antica basilica) su cui Carlo Magno si inginocchiò per ricevere la corona imperiale di Leone III, la notte di Natale dell’anno 800.
Andando verso l’altare, si possono vedere sul suolo le lettere in bronzo che segnano le lunghezze delle chiese più grandi del mondo.

pieta di michelanfelo

Pietà di Michelangelo

Nella prima cappella dell’ala destra, dietro una finestra, è custodita la Pietà, il famoso gruppo marmoreo di Michelangelo (1498-99), raffigurante Maria che sostiene il corpo del Cristo.
Le seguenti cappelle sono tutte decorate con opere grandiose. Nella terza, nota come il Santissimo Sacramento, a cui si accede da un elegante portale di Borromini, c’è un tabernacolo del Bernini.
Nel transetto destro, il monumento a Clemente XIII è una delle opere più famose di Antonio Canova (1784-1792).
Nella navata sinistra possiamo vedere la tomba di Innocenzo VIII di Pollaiolo (1498), il monumento funerario più antico della basilica e la stele funeraria note come monumento Stuart, di Antonio Canova.

Sull’ultima colonna di destra della navata, una famosa statua bronzea di San Pietro seduto in benedizione, del XIII secolo è forse di Arnolfo di Cambio.
L’interno della cupola fu decorato con un mosaico luminoso del Cavalier d’Arpino nel 1605.
La cupola è sostenuta da quattro colossali pilastri del Bramante, la cui base è ornata da statue di santi (il primo a destra, San Longino, è del Bernini).
Sotto la cupola, spiccano le colonne contorte del grande baldacchino in bronzo eseguito tra il 1624 e il 1633 da Bernini, in collaborazione con altri artisti tra cui Francesco Borromini.
Nel coro, il pulpito di San Pietro, di epoca paleocristiana, è conservato in un monumento progettato da Bernini. È affiancato dai monumenti funebri di Urbano VIII (anch’esso del Bernini) e dal monumento a Paolo III, opera notevole di Guglielmo della Porta.

San Pietro in Vaticano

San Pietro di notte

Cartina ed indirizzo

Indirizzo : Piazza San Pietro, 00120 Città del Vaticano, État de la Cité du Vatican


Informazioni

Basilica di San Pietro in Vaticano
Piazza San Pietro, Vaticano

Orari di apertura e visite alla basilica

Dal 1 aprile al 30 settembre: tutti i giorni dalle 7:00 alle 19:00
Dal 1 ottobre al 31 marzo: tutti i giorni dalle 7:00 alle 18:30
Chiuso il 1 e 6 gennaio
Il 1 ° febbraio 2020, la chiesa chiude alle 13:00 a causa di una celebrazione del Santo Padre

Grotta sacra, tombe dei papi

Dal 1 aprile al 30 settembre: tutti i giorni dalle 8 alle 18
Dal 1 ottobre al 31 marzo: tutti i giorni dalle 8:00 alle 17:30
Chiuso il 1 e 6 gennaio
Il 1 ° febbraio 2020, la chiesa chiude alle 13:00 a causa di una celebrazione del Santo Padre

Orari e prezzi per l’accesso alla cupola

Dal 1 aprile al 30 settembre: tutti i giorni dalle 7:30 alle 18:00
Dal 1 ottobre al 31 marzo: tutti i giorni dalle 7:30 alle 17:00
Accesso con l’ascensore alla terrazza, fine della passeggiata con 320 gradini: € 10
Accesso a piedi tramite 551 gradini: € 8
Prezzo ridotto: 5 €

Tomba di San Pietro, necropoli e basilica Costantiniana

Dal lunedì al sabato, dalle 9:00 alle 15:30
Chiuso domenica e festività vaticane (vedi il link sotto)
Prenotazione obbligatoria, € 13 ingresso

Fonti e collegamenti per saperne di più

Articoli sulla basilica

Articoli sul Vaticano

  • Basilica di San Pietro in Vaticano Scopri la Basilica di San Pietro a Roma: visita, descrizione e storia. Costruito sulla tomba dell’apostolo Pietro che risale all’anno ...
  • Vaticano La Città del Vaticano è uno stato indipendente sotto la sovranità della Santa Sede attraverso l’autorità del Papa della Chiesa ...
  • Piazza San Pietro La vasta Piazza San Pietro, di architettura barocca, si trova di fronte alla Basilica di San Pietro, nel Vaticano.È un ...
  • Musei Vaticani I Musei Vaticani, di incomparabile ricchezza, comprendono non solo opere, sculture, affreschi, mosaici, oggetti che ci raggiungono dall’antichità egizia ai ...
  • Cappella Sistina Scoperta della Cappella Sistina a Roma, la cui volta fu realizzata da Michelangelo nel XVI secolo, situata nei palazzi pontificali ...
  • Stanze di Raffaello Le stanze di Raffaello in Vaticano furono affrescate nel XVI secolo sotto la direzione di Raffaello. Ci sono grandi opere ...

Visita e fotografie

Place Saint-Pierre a Noelplace saint pierreplace saint-pierre de Romebasilique saint-pierre Fasciata della basilica

basilique saint-pierre Statua di San Pietro davanti alla basilica

place saint-pierre sous la neige San Pietro sotto la neve

nef basilique saint pierre de romebasilique saint pierre de rome Navata centrale

pita de michel-ange La Pietà di Michelangelo (1499)

place saint pierre de rome Veduta sulla Piazza San Pietro dalla cupola

baldaquin basilique saint pierre de rome Baldachino dal Bernino (1633)

tombe basilique saint pierre de rome Tomba

Vedere anche altre fotografie di San Pietro in Vaticano

Basilica di San Pietro in Vaticano nel arte

56 opere di Basilica di San Pietro in Vaticano sono state trovate nella database. Per vederle tutte aprire questo collegamento.
Clica per vedere oltre dipinti e artisti su Basilique Saint Pierre in Roma