santi silvestro a martino ai monti

Interno, navata

La Basilica dei Santi Silvestro e Martino ai Monti è di origine antichissima, prima di tutto un titulus (il titulus Equitii) dove i primi cristiani si incontrarono dal II secolo d.C.
La più antica delle chiese in questo luogo fu fondata da San Silvestro, che divenne papa nel 314, l’anno dopo l’Editto di Milano da parte di Costantino, consentendo ai cristiani la libertà di culto nell’impero. In questa chiesa furono proclamate in presenza di Costantino le decisioni del Concilio di Nicea del 325.

Fu ricostruita intorno al 500 e dedicata a San Silvestro e San Martino di Tours, poi ricostruita di nuovo nel IX secolo.
Il suo aspetto attuale, con le sue tre navate e le sue 24 antiche colonne corinzie, è ereditato da Filippo Cagliari, durante i lavori eseguiti intorno al 1650. Il soffitto a cassettoni fu costruito nel 1560.
Cagliari è anche l’autore di vedute delle basiliche San Pietro e San Giovanni in Laterano, disposte nell’ala sinistra, e che precedono la ricostruzione di queste due grandi basiliche. Puoi anche vedere paesaggi della campagna romana prodotti da Gaspard Dughet nel XVII secolo.

Sotto la chiesa si trovano i resti della casa di Equitius, la prima chiesa domestica.
Nella cripta, un mosaico del VI secolo raffigura Papa Silvestro.

 

Cartina ed indirizzo

Indirizzo : Viale del Monte Oppio, 28, 00184 Roma RM, Italie


Informazioni

Chiesa Santi Silvestro e Martino ai Monti
Viale del Monte Oppio, 28, 00184 Roma
Orari
Ore 8.30 – 12.00 / 16.00 – 19.00

Fonti e collegamenti

Galleria

santi silvestro a martino ai montisanti silvestro a martino ai montisanti silvestro a martino ai montisanti silvestro a martino ai montisanti silvestro a martino ai monti
santi silvestro a martino ai montisanti silvestro a martino ai monti
santi silvestro a martino ai montisanti silvestro a martino ai monti